Caricamento
youtube

www.Keccore.com

Keccore'

Keccore'

Cantautore post psichedelico in esilio

Keccore' è Francesco Recchia, cantautore pop contaminato di felicità.
Venti anni di musica in Italia e all'estero tra festival, club, piazze, feste private e frequenti incursioni in radio, teatro e cinema.
Attualmente vive in Inghilterra dove lavora come musicista e docente.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Chitarra classica, il primo gruppo (L'Antidoto), le prime canzoni, i primi concerti, la narrativa, i Doors, il cantautorato, i Beatles, il crescente interesse nei confronti dell'home-recording, ma è una piuttosto casuale esperienza come animatore turistico alle Maldive nel '96 a trasformare una profonda passione per la musica nella prima e vera occasione professionale.

Fino al 2000 le stagioni in Valtur si alternano all'università, all'attività di speaker radiofonico e ovviamente a quello di musicista e cantautore, fino alla determinante esperienza come cantante e bassista nei Quarrymen, una delle più note Beatles tribute band italiane (Eppy, musical teatrale di Romy Padovano). Con centinaia di concerti all’attivo, nel gennaio 2005, registra una serie di tracce presso i famosi Abbey Road Studios di Londra, poi confluite in un cd legato ad un progetto benefico dell’UNICEF per poi esibirsi al Cavern di Liverpool, storico locale dove nacque il mito dei FAB 4 e luogo di culto per i beatlesiani di tutto il mondo.

Tra il 2005 e 2007 è cantante, bassista e coautore delle canzoni dei baresi Dopolavoro Ferroviario (vincitori tra l’altro di Rock Targato Italia e dell’Heineken Jammin’ Festival Contest) esibendosi al MEI di Faenza, al Jungle Sound di Milano per uno dei primi esperimenti di dirette sul sito di Rosso Alice, oltre a tanti concerti nei più importanti locali di musica dal vivo italiani, tra cui Alpheus, Blue Note e Otel Varieté. Nel 2008 partecipa come cantante e chitarrista al tour estivo di Cucciolo, storico batterista dei Dik Dik, suonando nelle principali piazze italiane i successi della band milanese.

Inoltre nel 2005 inizia a collaborare con alcuni registi pugliesi: scrive le musiche per il cortometraggio Traffic light di Sergio Recchia e per alcuni spettacoli della compagnia Teatro del Vago di Pippo Indellicati (Rumors di Neil Simon, Il caso di Alessandro e Maria di Giorgio Gaber, Grazie di Daniel Pennac) ed interpreta una serie di spettacoli omaggio al teatro canzone di Gaber e Luporini (Due Gaberiani Ipotetici), esperienza così forte che si trasformerà in qualcosa di speciale: il 7 maggio 2010, con la regia di Pippo Indellicati, Keccore' mette in scena “Il Pendolo”, uno spettacolo inedito di canzoni e monologhi, una serie di spunti di riflessione sul ruolo della musica nella società attuale e che diventa un pretesto per parlare della condizione dell'uomo moderno, oscillando tra dissacrante ironia e ingenua melanconia, tra intensa leggerezza e delicata introspezione.

Questo esperimento di teatro canzone nasce anche per promuovere in maniera alternativa la propria produzione cantautoriale che negli anni, tra festival e concorsi vari, aveva preso forma raccogliendo i primi consensi sulla scena nazionale: Premio Lunezia (2004), BitontoSuite (2008), Festival della canzone d'autore (Isernia 2010) e diverse segnalazioni su Demo, in onda sulle prestigiose frequenze di Radio Uno, che il 27 aprile 2007 lo ospita negli studi di via Teulada dedicandogli un’intera puntata speciale.

Nel gennaio 2011 si trasferisce a New York per approfondire la dimensione attoriale e frequenta presso il Susan Batson Studio i corsi di Sebastian Galvez e della vocal coach Mary Setrakian. Si esibisce al Triad Theatre e in due locali storici del Village (StoneWall, Duplex) dove propone alcuni brani inediti scritti in inglese che incuriosiscono e raccolgono consensi. Rientrato in Italia decide di continuare a scrivere in inglese ed è così che nasce “Plug and pray”, disco autoprodotto e pubblicato nel novembre 2012 su iTunes col nome d'arte PAUL NOSE.

Nel 2013 scrive e registra nuove canzoni in italiano che decide di raccogliere nel disco “Strafatto in casa” pubblicato in streaming su SoundCloud. Il disco autoprodotto contiene “Logiche Relazionali”, brano che la regista Manuela Tempesta inserisce nella colonna sonora di “Pane e Burlesque” (2014), film con un super cast (Edoardo Leo, Sabrina Impacciatore, Laura Chiatti, Michela Andreozzi, Caterina Guzzanti) e co-prodotto dalla IIF e RAI Cinema e distribuito dalla O1.

Keccore' partecipa anche alle riprese del film e suona in una scena il brano che pubblicherà il 29 maggio 2014 in collaborazione con l'etichetta pugliese Officina Musicale e in contemporanea con l'uscita della pellicola. Il singolo “Logiche relazionali” precede la pubblicazione dell'intero album “Strafatto in casa” l'8 agosto 2014, giorno in cui viene presentato in anteprima all'interno di Gioia Rock e impreziosito dalla partecipazione di Federico Fiumani, leader storico dei Diaframma, con cui Keccore' duetta sulle note di Amsterdam, Siberia e di un brano di Battisti/Mogol Insieme a te sto bene.

Sebbene sempre più intrecciato con la rete musicale delle East Midland inglesi come PAUL NOSE nel settembre 2016 esce una sorta di secondo volume di STRAFATTO IN CASA o forse no: ANNI MOSSI è canzone eponima di questo disco, è un gioco di parole (dal greco ànemos) e soprattutto è il racconto di un arco di tempo indefinito, difficile da individuare: tre, dieci, vent'anni o una vita intera.

Scrivi

per avere maggiori informazioni
Crediti

Creattivina | Design

Gregory Venere | Photo

Pippo Indellicati | Best Boy

Telefono

(+39) 338 635 6322

Contatti
info@keccore.com